Bari, ‘Cammino dei Fari Italiani’: il primo convegno nazionale

Fonte: www.affaritaliani.it

Si “accende” dalla Puglia l’attenzione sui fari d’Italia: gli esperti si riuniscono per il 1* Convegno Nazionale dal titolo: “Cammino dei Fari Italiani”.

Si “accende” dalla Puglia l’attenzione sui fari d’Italia: per la prima volta gli esperti si riuniscono per un grande Convegno Nazionale che si terrà venerdì 28 settembre a Bari, in Fiera del Levante, nello Spazio 152 della Regione Puglia a partire dalle ore 9,00 dal titolo: “Cammino dei Fari Italiani”.

Questo primo Convegno Nazionale è approdo di una nevigazione promossa dai lavori di Enrica Simonetti: “Luci sull’ Adriatico. Fari tra le due sponde”“Luci ed eclissi sul mare. Fari d’Italia“, pubblicati da Laterza: “Il più antico faro d’Italia è quello di Genova, ma famoso è anche quello di Trieste – ha spiegato Simonetti – studiare i fari è importante, perché queste strutture raccontano l’Italia di fine ’800″.

L’architetto Giuseppe Carlone, nel lanciare la manifestazione, ha ricordato che: “L’Italia meridionale  si veste d’importanza con l’apertura del canale di Suez. I porti di Brindisi e Taranto, importanti per gli scambi, furono porti commerciali e militari”.

Il paesaggio dei fari è complesso – ha aggiunto – ed esercita un dialogo con l’ambiente circostante. Molti fari sono stati progettati da ingegneri del genio civile. Le maestranze che hanno determinato queste costruzioni, anche a Leuca e Otranto, sono di altissimo livello. I fari vanno considerati cattedrali sul mare e  offrono dell’Italia una visione strategica. Alla loro costruzione hanno contribuito anche molte personalità inglesi.”

Un patrimonio descritto nella collana editoriale “Fari dell’Adriatico” di Adda Editore,  che comprende il faro di Leuca, il faro e il porto di Bari, il faro di Punta Penna e quello di Manfredonia e infine il monumentale faro di San Vito a Taranto”.

Aldo Patruno della Regione Puglia Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio, che introdurrà il convegno fieristico,  si è dichiarato: “Esperto e appassionato di fari. Presìdi e costruzioni che hanno ispirato pagine di letteratura – come quelle di Virginia Woolf,  ma che purtroppo spesso versano in un preoccupante stato di degrado, èper cui occorrerebbe un opportuno e necessario restauro, per preservarne utilità e bellezza”.

Lo stesso Aldo  Patruno ha poi sottolineato come il  Convegno “Possa aprire all’innovazione di un processo culturale che deve partire dalla scuola. Anche perchè i fari si prestano a un florilegio di funzioni, dalla contemplazione al loro studio. Il cammino sulle loro rotte può creare una infrastuttura alternativa, in grado  di promuovere il territorio anche ragionando sul concetto di accoglienza”.

Appuntamento in Fiera del Levante il 28 settembre ore 9,00 con i saluti istituzionali di Michele Emiliano, di Antonio Decaro in rappresentanza dell’ANCI, di Francesco Menna (sindaco del  comune di Vasto),  Lorenzo Netti (Ordine degli Architetti), Giorgio Rocco e Umberto Fratino del Politecnico di Bari. Molti gli ospiti attesi e i relatori. Introduce e coordina Enrica Simonetti.