Il faro magico che scomparirà tra pochi anni, ecco dove si trova

Lungo la costa settentrionale della Danimarca c’è un faro che sembra uscito direttamente da un libro di fiabe. Immerso tra alte dune di sabbia, circondato solo dal silenzio e dal vento, è un luogo di un fascino impareggiabile. A renderlo ancora più suggestivo, il fatto che nel giro di pochi anni sarà inghiottito dalla sabbia.

Il faro è stato costruito all’inizio del Novecento a Rubjerg Knude, vicino alla città di Lønstrup e poco lontano da Skagen, su una costa alta e friabile. Si tratta di una costruzione massiccia, alta 23 metri, con balcone panoramico e lanterna rossa. In origine, intorno alla struttura c’erano altri edifici, una stradina, qualche aiuola… ma già da tempo la furia del mare e delle tempeste che si abbattono costantemente sulla zona ne hanno cancellato ogni traccia.

Per raggiungere il faro bisogna percorrere la statale 55 tra le cittadine di Løkken e Lønstrup. Potrete lasciare l’auto in un piccolo parcheggio, e poi partire a piedi per una camminata di una mezz’ora tra le dune. Se vi trovate nello Jutland, oltre alla torre, meritano una visita anche la zona attorno al borgo di Skagen, e soprattutto il Grenen: la lingua di sabbia che separa il mare del Nord dal mar Baltico.

Fino al 1968 il faro è stato in funzione. Una volta abbandonato, qualcuno ha provato ad aprire al suo interno un bar e un piccolo museo e a risistemare la scale che portano alla terrazza, da dove si gode un panorama stupendo. L’esperimento è fallito: il caffè e il museo sono stati chiusi e oggi non ne restano che i ruderi. Resta solo la scala, non molto sicura, che permette di salire fino alla loggia della lanterna.

Il mare continua a consumare la costa ai piedi del faro, al ritmo di un metro e mezzo l’anno. Per vedere la torre, si stima che ci sarà tempo al massimo fino al 2025: entro quella data, la costa verrà completamente erosa dal mare e il faro verrà inghiottito dalla sabbia e dalle onde. Se volete vederlo, meglio non perdere tempo.