Dormire in un faro: le strutture più belle

Fonte: www.giornalenotizie.online

Se si ha voglia di un viaggio romantico e decisamente fuori dal comune, può essere un’idea originale quella di dormire in un faro: in mezzo al mare, in edifici poetici e suggestivi, ci si può abbandonare ai sentimenti più puri e apprezzare il piacere dell’amore. E non c’è bisogno di andare dall’altra parte del mondo per esaudire questo desiderio: in Sardegna, per esempio, c’è il Faro di Capo Spartivento, che si presenta come una guesthouse di lusso che propone due mini appartamenti e quattro suite eleganti. Nata negli anni ’50 del XIX secolo per merito della Marina Militare, la struttura è stata dismessa dalla Marina pochi anni fa, ed è stata completamente ristrutturata per accogliere gli ospiti in una location emozionante.

In Irlanda, invece, si può provare l’esperienza di dormire nella Clare Island Lighthouse, un faro che è stato convertito in un bed and breakfast. Affacciato sulle acque dell’Oceano Atlantico, nei pressi della costa di Clew Bay, questo edificio un tempo rappresentava il regno della rivoluzionaria O’Malley Clan, vissuta nel Cinquecento. Oggi, invece, è un luogo ospitale e accogliente, che permette di osservare dall’alto le onde che sbattono contro gli scogli.

Non molto lontano dalla Clare Island Lighthouse c’è la Corsewall Lighthouse, in Scozia: anche in questo caso si tratta di un faro in cui si possono trascorrere una o più notti romantiche. L’edificio ha più di due secoli di storia alle spalle, e oggi si contraddistingue per i suoi arredi minimal e chic. Le stanze del faro di Corsewall si affacciano sulla penisola del Kintyre, e permettono di restare immersi in una natura silenziosa e potente godendo di tutti i servizi di lusso che si possono desiderare. In Scozia, poi, c’è anche la Rua Reidh Lighthouse, che è un faro ancora in funzione. La location è selvaggia e caratterizzata da un ambiente naturale duro, e proprio per questo ancora più suggestivo. Il faro apre al pubblico da aprile ad ottobre: chi è in cerca di un alloggio accogliente può scegliere tra mini appartamenti e camere doppie.

Infine, tra le tante proposte che si possono valutare per dormire in un faro non ci si può dimenticare del Phare de l’Ile Louet, in Bretagna, nel bel mezzo della baia di Morlaix. Il faro risale alla seconda metà del XIX secolo, e permette di soggiornare per una o due notti: certo, arrivarci con uno yacht cranchi o con una Riva d’Epoca rende l’esperienza ancora più affascinante e piacevole, ma si può contattare anche una scuola di vela locale. Ci si può arrivare unicamente via mare, ed è consigliabile prenotare l’alloggio durante la stagione estiva, visto che nel resto dell’anno le acque non sono molto tranquille. Si può decidere se stare nella casa del cantoniere o nel vecchio alloggio del farista, per un metaforico viaggio indietro nel tempo a dir poco emozionante, come dimostra anche il fatto che il bagno si trova all’esterno.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?