Il faro di Brucoli diventa casa vacanze luxury: da settembre i lavori

Fonte: www.siracusapost.it

L’idea è quella di rendere il faro una vetrina dell’eccellenza enogastronomica siciliana e del Made in Italy in generale

Partiranno da settembre i lavori che trasformeranno il faro di Brucoli in una casa vacanza di lusso. A marzo del 2016 la notizia che la società Azzurra Capital si era aggiudicata la concessione per cinquant’anni e i lavori. Adesso c’è una data: settembre 2017. L’idea è quella di rendere il faro una vetrina dell’eccellenza enogastronomica siciliana e del Made in Italy in generale, a partire dal design e dall’illuminotecnica. “Per partire – dichiara al Sole24Ore Emanuela Mattioli, 35 anni, una dei quattro soci che ha partecipato all’iniziativa – abbiamo predisposto un business plan che prevede per la ristrutturazione circa 700mila euro, in questa fase siamo in contatto con diversi potenziali sponsor, alcuni già entrati in squadra, e stiamo verificando la possibilità di finanziamenti con la Regione Sicilia. Ma il primo passo è stato una sorta di autofinanziamento realizzato investendoci ognuno il proprio tempo e le proprie competenze. Già solo la stesura del progetto ci ha richiesto quasi tre mesi di tempo”.

L’intera operazione di recupero e valorizzazione dei fari e degli edifici costieri italiani avviata dall’Agenzia del demanio e dal ministero della Difesa, attraverso Difesa Servizi Spa, comportera’ un investimento di circa 6 milioni di euro per riqualificare le strutture, con una ricaduta economica complessiva di circa 20 milioni di euro e un conseguente risvolto occupazionale diretto di oltre 100 operatori. Lo Stato incassera’ oltre 330 mila euro di canoni annui che, in considerazione della differente durata delle concessioni, ammontera’ a oltre 6,8 milioni di euro per tutto il periodo di affidamento. A gennaio si e’ chiuso anche il bando 2016 con un riscontro altrettanto positivo rispetto al primo bando di gara pubblica: 54 proposte per 20 nuove strutture di diversa tipologia rispetto al bando del 2015.