Un faro nella bufera: suggestioni by night ad Anacapri

Testo di Pasquale Raicaldo
Fotografia di Mario Coppola
Fonte: napoli.repubblica.it

La mareggiata è imponente, Capri resta isolata per alcune ore: le condizioni meteo proibitive impediscono ad aliscafi e traghetti di collegare l’isola alla terraferma. E nel cuore di una gelida serata d’inverno, la luce del faro di Punta Carena, ad Anacapri, regala incanto e suggestione. Attiva dal 1867 e costruita su progetto degli ingegneri borbonici, la struttura – tra le più belle d’Italia – è tra le maggiori del Paese per dimensioni e potenza, secondo al faro di Genova: di 25 miglia marine la sua portata. Tutt’intorno, la furia di Poseidone, che si scaglia contro le coste di Anacapri: il mare nervoso d’inverno e la luce di un faro, nella notte, per uno scenario quasi letterario.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?
Power by

Download Free AZ | Free Wordpress Themes