Un faro nella bufera: suggestioni by night ad Anacapri

Articolo di Pasquale Raicaldo
Foto di Mario Coppola
Fonte: napoli.repubblica.it

La mareggiata è imponente, Capri resta isolata per alcune ore: le condizioni meteo proibitive impediscono ad aliscafi e traghetti di collegare l’isola alla terraferma. E nel cuore di una gelida serata d’inverno, la luce del faro di Punta Carena, ad Anacapri, regala incanto e suggestione. Attiva dal 1867 e costruita su progetto degli ingegneri borbonici, la struttura – tra le più belle d’Italia – è tra le maggiori del Paese per dimensioni e potenza, secondo al faro di Genova: di 25 miglia marine la sua portata. Tutt’intorno, la furia di Poseidone, che si scaglia contro le coste di Anacapri: il mare nervoso d’inverno e la luce di un faro, nella notte, per uno scenario quasi letterario.