Nuova vita per il faro: via ai lavori, sarà in parte abbattuto. L’emozione del guardiano

Fonte: www.primonumero.it

Nel centro storico della città sono iniziati i lavori di ristrutturazione del faro. La struttura, avvolta dalle impalcature da alcuni anni per motivi di sicurezza, sarà in parte demolita e poi rimessa a nuovo. L’intervento è gestito dal Provveditorato alle Opere Pubbliche e durerà circa quattro mesi. In mattinata è stato smontato il lampione principale e poi seguirà l’abbattimento parziale. In tanti hanno notato le operazioni in corso, tra i quali il guardiano del faro, Donato Colaci: «E’ un’esperienza un po’ particolare, qui a Termoli è diverso in quanto la struttura si trova in pieno centro storico rispetto ad altre che possono essere più isolate. È un lavoro che mi è sempre piaciuto e che continuerò a svolgere con rinnovato impegno».

articoli_nuova-vita-faro-termoli-emozione-guardiano

Da qualche anno è avvolto dalle impalcature per motivi di sicurezza ma ha continuato a far sentire la sua «presenza» come punto di riferimento per tutte le imbarcazioni che si trovano al largo della città e della costa. Per il faro di Termoli inizia una nuova vita: la struttura sarà in parte demolita e ricostruita e a breve sarà liberata dalla gabbia metallica. Proprio oggi – 15 settembre – sono iniziati i lavori, coordinati da Provveditorato alle Opere Pubbliche e finanziati con un importo a base d’asta di circa 140mila euro. Un intervento notato dai residenti e dai turisti di passaggio che stanno trascorrendo questi ultimi giorni d’estate in città e non hanno rinunciato a un’immancabile visita tra i suggestivi scorci del Paese Vecchio.

Il progetto ha previsto una demolizione parziale del faro e la conseguente ricostruzione. Si parte con lo smontaggio del lampione che si trova in cima alla struttura altea circa diciassette metri. Il direttore dei lavori è l’architetto, Pasquale D’Alessio: «L’intervento si è reso necessario in seguito a un approfondito studio della struttura che ha evidenziato le misure da eseguire». Sul posto sono presenti un’impresa specializzata, il personale della Marina Militare arrivato da Taranto e i tecnici.

Con un pizzico di emozione l’intervento viene seguito da Donato Colaci, in sostanza il ‘guardiano’ del faro, e da sua moglie. «E’ un’esperienza un po’ particolare, qui a Termoli è diverso in quanto la struttura si trova in pieno centro storico rispetto ad altre che possono essere più isolate. È un lavoro che mi è sempre piaciuto e che continuerò a svolgere con rinnovato impegno». Nel periodo dei lavori – circa quattro mesi – l’avviso luminoso ai naviganti più vicino sarà quello del faro di Punta Penna, a Vasto.