Palermo, nuove speranze per la riapertura del faro Capo Zafferano

Articolo di Sabina Spera
Fonte: www.palermomania.it

Nel comune palermitano di Santa Flavia, a ridosso del promontorio di Mongerbino, sorge il faro di Capo Zafferano costruito intorno al 1880 dal Genio Civile. Il faro è stato presidio militare durante i due conflitti mondiali e sede di una caserma della Marina militare. Si cinge di una serie di caseggiati attorno, mentre la struttura è a torre ottogonale.

Dopo circa un secolo dalla sua costruzione, l’ultimo guardiano è stato trasferito lasciando così il faro in stato d’abbandono. Oggi per accedervi bisogna percorrere una stradina che, a tratti, si presenta un pò tortuosa, ma il panorama con vista mare che regala è davvero mozzafiato, seguendo l’andamento del costone roccioso noto come il Cappello di Napoleone che, inoltre, ospita numerosi gabbiani.

Il faro divide i golfi di Palermo e di Termini Imerese e, una volta giunti sul posto, è possibile ammirare l’intero golfo del capoluogo siciliano da un lato, e dall’altro la vastissima costa che si estende fino a Cefalù.
Da quando la struttura del faro è stata abbandonata si è più volte chiesto, ma invano, all’Agenzia del Demanio del Comune di Santa Flavia, proprietario del bene, di realizzare un Centro di osservazione marina, mentre tante sono state le iniziative e le marce ecologiche organizzate da cittadini e associazioni ambientaliste al fine di sensibilizzare le istituzioni, chiedendo che dopo tanti anni si avvii finalmente un progetto di recupero. Ma finora è andato avanti solo lo stato d’abbandono e di degrado.

In questi giorni, però, è giunta una notizia che potrebbe ridare speranza al Faro di Capo Zafferano, e ad altri fari e siti sul mare italiani, che necessiterebbero di interventi urgenti. Quattro sarebbero, infatti, i fari siciliani protagonisti di alcuni progetti legati al loro riuso grazie al bando di gara “Valore Paese-Fari 2015”, tra questi anche quello di Capo Gallo per il quale si pensa a una struttura pubblica, probabilmente un museo. Questa proposta era partita dall’assessore comunale all’Ambiente, Sergio Marino, che aveva annunciato la ripresa dei contatti con gli uffici del demanio, proprietario della struttura, per la concessione dei locali, per i quali vi era già un progetto di riavvio.

Partirà, inoltre, a settembre un secondo bando di gara per l’affitto di 20 beni di proprietà dello Stato tra fari, torri ed edifici costieri, che saranno recuperati e trasformati in strutture ricettive, hotel e resort di lusso. Un progetto che è stato annunciato al Mef dall’Agenzia del Demanio e che, secondo le stime fornite dal direttore generale dell’Agenzia, Roberto Reggi, porterà a investimenti fino a 6 milioni di euro per riqualificare queste strutture. Tra i beni, oggetto della gara, vi sono 10 fari in gestione a Difesa Servizi Spa, per i quali il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha rassicurato che «continueranno comunque ad essere fari grazie ad un sistema automatizzato», e 10 beni, di varia tipologia, in gestione all’Agenzia del Demanio, tra cui, oltre il Faro di Capo Zafferano, vi è anche lo Stand Florio a Palermo. Per entrambe le strutture si prevedono attività turistiche, ricettive, ristorative, iniziative culturali, sociali e di riscoperta del territorio fruibili da tutti.

In merito alla seconda edizione del progetto Valore Paese-Fari, si sta procedendo con l’aggiudicazione, in via provvisoria, di 9 degli 11 fari assegnati a privati. L’incasso previsto per lo Stato è di oltre 340mila euro di canoni annui che, in considerazione della differente durata delle concessioni, ammonterà a oltre 7 milioni di euro per tutto il periodo di affidamento, che non potrà superare i 50 anni.

«Non è vero che basta avere un patrimonio per valorizzarlo – ha commentato il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoanper utilizzarlo bene servono investimenti e prospettive a lungo termine, serve una nuova filosofia, un nuovo approccio strategico della pubblica amministrazione per valorizzare se stessa. In un periodo di tempo lungo ma non lunghissimo le risorse saranno valorizzate».

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?