Lo chef Marchesi tra gli interessati ai nostri fari

Fonte: www.giglionews.it

È di pochi giorni fa la notizia della chiusura del bando di gara promosso da Agenzia del Demanio e Ministero della Difesa per la gestione di 11 fari di proprietà dello Stato. Due sono state – lo ricordiamo – le offerte per il faro del Capel Rosso e due per quello del Fenaio, all’Isola del Giglio.

Tra queste sembrerebbe esserci quella dello chef Gualtiero Marchesi che avrebbe inserito – secondo Il Sole 24 Ore – i due fari gigliesi nel progetto di creazione di un circuito gastronomico basato su 7 strutture.

Il “re” degli chef italiani, Gualtiero Marchesi – si legge nell’articolo di Vincenzo Chierchia – ha partecipato alla gara del Demanio: sono 7 i fari che vorrebbe gestire per creare una rete che faccia forza su ricettività e alta cucina. «Filo conduttore del progetto – dice – è la cucina italiana e la riscoperta del territorio. In ogni luogo il microclima detterà i sapori e gli ingredienti da rivalutare. Il pesce, ma non solo. I collegamenti con l’entroterra sono fondamentali. Immaginiamo un percorso da un faro all’altro alla scoperta della cucina italiana specifica di ogni territorio». L’interesse di Marchesi è indirizzato in particolare a quelli di Punta del Fenaio e Punta Capel Rosso sull’Isola del Giglio; Faro di Punta Cavazzi a Ustica, Faro di Capo Grosso a Levanzo, Faro di Punta Imperatore a Ischia, Faro di Muro Porco a Siracusa, Faro di Capo D’Orso a Maiori.

articoli_marchesiinteressatoafarigiglio

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?