Scozia, in fuga dalle feste sul faro di Ruabh Reidh

Articolo di Salvo Cagnazzo
Fonte: www.turismo.it

Un Capodanno alternativo nelle Highlands scozzesi con pochissimi intimi, alla scoperta dell’aurora boreale

PERCHÈ SE NE PARLA Su una remota penisola nel selvaggio nord delle Highlands scozzesi si trova il faro di Ruabh Reidh, che svolge con tranquillità il suo compito dal lontano 1910. Consigliato anche da Lonely Planet come uno tra i luoghi migliori dove fuggire dalle feste di fine anno. E, in effetti, come soluzione non è niente male: pochissimi intimi, un paio di bottiglie e il faro. Sì, perché oggi la vecchia lighthouse offre confortevoli stanze in B&B e una deliziosa cucina casalinga. Con prezzi decisamente convenienti.

PERCHÈ ANDARCI Le Highlands scozzesi sono una regione montuosa della Scozia a nord e ad ovest dell’Highland Boundary Fault, nella parte più settentrionale della Gran Bretagna. Terre di eroi leggendari che si muovono tra paesaggi indimenticabili, di montagne imponenti circondate da antiche foreste, di laghi di acqua dolce e fiordi dell’oceano, di animali allo stato selvaggio che corrono per vallate solitarie. La vivace città di Inverness, sul fiume Ness, è il centro più importante delle Highlands, all’imboccatura del Moray Firth, il più ampio fiordo scozzese, mentre il tradizionale punto di arrivo alle Highlands, è Fort William, a pochi chilometri dal Ben Nevis, la montagna più alta di tutta la Gran Bretagna.

DA NON PERDERE La fauna intorno al faro di Ruabh Reidh è incredibile, con balene, delfini, squali elefante, lontre, foche, aquile di mare e migliaia di uccelli marini. Proprio in questa zona è possibile effettuare straordinarie escursioni tra scogliere spettacolari e spiagge deserte. Ma, soprattutto, c’è la possibilità di assistere alla bellissima aurora boreale.

PERCHÈ NON ANDARCI Vacanza adatta a chi ama emozionarsi con i piccoli grandi doni della natura, per chi ha voglia di ritrovare se stesso e per chi ha bisogno di staccare dal caos quotidiano. Per tutti gli altri, meglio cercare altrove.

COSA NON COMPRARE Tra i souvenir locali troverete dei bastoni il legno, gioielli celtici, maglioni in lana scozzese e borse: niente di particolare, ma decisamente meglio di quelle orrende pantofole che troverete troppo spesso nei negozi di gadgetistica.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?