Med Phares, fra siti da valorizzare anche faro dell’Asinara

Fonte: www.ansamed.info

(ANSAmed) – PORTO TORRES, 29 SET – Il faro dell’Asinara sarà al centro di un intervento sperimentale internazionale di valorizzazione grazie ai finanziamenti comunitari del progetto Med Phares che ambisce alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio costiero dei territori aderenti. Fra questi anche la Sardegna che, tramite la Conservatoria delle Coste, ha scelto di lavorare sul faro e sulla stazione di segnalazione di Sant’Elia, a Cagliari, e sui fari e i semafori di Sant’Antioco e dell’Asinara.

In Francia le “azioni pilota” riguarderanno il semaforo di La Mortella e di La Pietra, in Corsica, e il faro di Grand Rouveau.

In Tunisia si lavorerà sui semafori delle isole di La Galite, di Zembra e Zembretta, mentre in Libano sul faro della città di Tiro. Fondamentale per il successo dell’iniziativa dell’Unione europea è il coinvolgimento dei cittadini. Il programma mira a innescare processi di partecipazione e condivisione con i portatori d’interesse locali. Med Phares sarà al centro di un incontro pubblico mercoledì 30 settembre nella sala conferenze “Filippo Canu” a Porto Torres.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?