“La Lanterna non chiuda”, déjeuner con petizione sotto il faro a Ferragosto

Articolo di Medea Garrone
Fonte: genova.repubblica.it

Il rischio che le visite vengano sospese è legato a un problema di fondi e burocrazia

Nonostante tutto – il rischio chiusura, il percorso astruso, causa lavori, per raggiungerla, le difficoltà di manutenzione e la macaia meteo e umorale – sotto la Lanterna si festeggia. Infatti i Giovani Urbanisti-Fondazione Labò che la gestiscono volontariamente grazie alla firma del protocollo d’intesa tra Provincia e Municipio di Centro Ovest, hanno pensato anche a chi, cittadini e turisti, trascorrerà il Ferragosto a Genova, organizzando un pic-nic all’ombra del Faro. Si tratterà, quindi, di un pomeriggio durante il quale, dalle 14 alle 19, grandi e piccoli saranno invitati a tirare fuori cestini e zainetti per portarsi la merenda e passare il giorno di festa in modo diverso.

Insomma una déjeuner sur l’herbe con vista mare per godersi Genova senza soffrire troppo per il solleone ferragostano e cercando anche di essere utili al simbolo del capoluogo. Infatti, «in questo caso per stare nel parco con la merenda non si pagherà, ma chi vorrà potrà contribuire alla raccolta fondi -spiega Andrea De Caro dei Giovani Urbanisti-; invece dal primo agosto il costo d’ingresso al complesso monumentale è di 2 euro e di 3 euro per visitare il Museo. Finora le persone si sono dimostrate solidali riconoscendo la causa e il tipo di lavoro che va fatto per la manutenzione di uno spazio così grande. Sono state attivate anche convenzioni con Amt: con 4 euro si fruisce di tutte le strutture».

Il rischio che le visite vengano sospese è legato ad un problema di fondi e burocrazia. Occorre, infatti, che avvenga il passaggio al demanio marittimo in modo che l’Autorità Portuale possa prendere in carico il sito per quanto concerne le manutenzioni, così da poterne giustificare le relative spese di gestione.

Nel faro non si può ancora entrare per i lavori di ristrutturazione, ma il 15 agosto chi visiterà il Museo potrà anche godere della mostra multimediale che raccoglie gli scatti di #trovalalanterna, la community nata un anno fa da un’idea -e un hashtag- di Nicola Damassino ed Elettra Antognetti. Si partecipa inviando le foto più belle e curiose che hanno come soggetto, naturalmente, il simbolo di Genova.

Ma per rendere ancor più partecipe la cittadinanza «nascerà a breve l’Associazione Amici della Lanterna, per diventare soci e sostenere direttamente il sito dando supporto ai Giovani Urbanisti o a chi lo gestirà -preannuncia De Caro-; per prima cosa si lancerà una campagna di crowdfunding per un nuovo progetto di valorizzazione del parco con la passeggiata, del Museo e del Faro». Infine insieme all’associazione ci sarà anche l’inaugurazione del sito web istituzionale della Lanterna e del percorso didattico e multimediale sulla storia del Faro curato da Arteprima all’interno del Museo.
E per garantire la prosecuzione della manutenzione e delle attività culturali promosse dai Giovani Urbanisti-Fondazione Labò, è possibile firmare la petizione consultando il sito giovaniurbanisti.it/lanterna-di-genova/.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?