Fari, una guida completa

editoria_fariunaguidacompletaAutori: Francesca Cosi, Alessandra Repossi
Dati: formato Kindle, 2576 KB, 132 p.
Anno: 2014
Editore: Cosi&Repossi

Fin dalla loro comparsa nei tempi antichi, i fari hanno affascinato uomini e donne con la loro luce lontana, che costituiva l’unico mezzo di orientamento per i naviganti immersi nelle tenebre più fitte o nelle tempeste che oscuravano il cielo.
Con l’evoluzione tecnologica, le notti delle città e delle coste si sono riempite di chiarori elettrici: il faro non è più l’unica luce che guida il navigante, fonte di meraviglia e al tempo stesso oggetto di gratitudine. Tuttavia la sua immagine continua ad attrarre anche nel terzo millennio: sarà forse per la sua storia, che si intreccia con le leggende del Colosso di Rodi e del faro di Alessandria, sarà per l’evoluzione delle tecniche di illuminazione, intimamente legate al progresso tecnologico e alle invenzioni di cui è ricco il XIX secolo, oppure per le opere di numerosi scrittori, pittori, registi che hanno posto il faro al centro delle loro creazioni presentandocelo in una veste seducente; per questo e tanto altro il faro attrae e desta ancora stupore come accadeva una volta. A ciò si aggiunge il fascino dell’isolamento: quando si pensa al faro, la prima immagine è quella di una torre luminosa sperduta nella vastità del mare, su un’isoletta che fa apparire la costa un ricordo lontano. Lì vive il guardiano da solo, con il vento, le onde e la sporadica compagnia degli uccelli marini: la sua vita, che possiamo solo immaginare, ci incanta e ci riempie di meraviglia.
Dall’insieme di tutte queste suggestioni storiche, tecniche, artistiche nasce il desiderio di arrivare fino al mare e rifugiarsi dentro un faro, di diventare un po’ guardiani anche noi, di passare le giornate a osservare le onde e riposarsi, meditare forse.
L’obiettivo di questo volume è proprio accompagnare il lettore in un viaggio alla scoperta dei fari.

La prima parte fornisce in modo agile e stimolante un bagaglio di conoscenze per chi desidera saperne di più sui fari: si parla della loro storia, evoluzione tecnologica e della vita dei guardiani, per partire con un ricco equipaggiamento verso il viaggio di scoperta e trarre il massimo dal dialogo con i fari che si incontreranno.
Nel capitolo I le autrici narrano la loro storia dall’antichità al XIX secolo, raccontando le leggende legate al Colosso di Rodi e al faro di Alessandria, ma non solo: anche la poderosa Torre di Ercole, in Galizia, e la Lanterna di Genova hanno un passato degno di nota, per non parlare della famiglia Stevenson, che ha dato in natali non solo al celebre scrittore Robert Louis (autore de Lo strano caso del dottor Jekyll e Mr. Hyde), ma anche ad alcuni fra i più celebri progettisti di fari britannici.
Passano poi a descrivere nel capitolo II l’evoluzione tecnologica di questi segnalamenti: dai bracieri con il fuoco issati sulla cima di torri e colline costiere, ai lumi a olio, fino alla rivoluzione tecnologica del XIX secolo e l’avvento dell’elettricità nel Novecento. Ma non è finita qui: in questa parte si racconta anche come leggere le segnalazioni luminose dei fari moderni, spiegando le differenze tra fari, fanali e altri tipi di segnali nautici con tante altre curiosità tecniche.
Oggi la maggior parte dei fari è controllata a distanza, ma in passato, quando i sistemi di illuminazione non erano così avanzati, ogni faro aveva il proprio guardiano, oppure, soprattutto negli Stati Uniti, una guardiana. Spesso il farista non si limitava a curare la segnalazione luminosa, ma quando era necessario prestava soccorso ai marinai in pericolo compiendo ardimentosi salvataggi. Ma come si svolgeva la sua vita? Era davvero così solitaria come la immaginiamo? Queste e altre domande trovano risposta nel capitolo III, con un quadro completo dei compiti del guardiano di un tempo e del suo stile di vita.

La seconda parte del volume offre alcune suggestioni artistiche per poter continuare a sognare i fari: una selezione di libri di autori famosi (capitolo IV), dipinti celebri (capitolo V) e film d’autore (capitolo VI) in cui il faro non costituisce solo un elemento di sfondo, ma diventa protagonista dell’opera d’arte, stimolando la fantasia e offrendo spunti all’immaginazione. A conclusione del volume, un glossario specifico permetterà di consolidare la conoscenza del linguaggio del mare.

L’ebook è disponibile su Amazon.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?