Una notte da guardiano del faro

Articolo di Valeria Bonfanti
Fonte: www.lastampa.it

Trascorrere una notte o una settimana come guardiano di un faro è un sogno che diventa realtà. Ecco come fare

articoli_2014-04-08Per molti si tratta di un desiderio d’infanzia e per altri di un sogno ad occhi aperti. Soggiornare in un faro è un’esperienza che nasconde un velo di magia, ed il posto giusto per farlo sembra essere la Norvegia. Il paese scandinavo ha, infatti, deciso di sfruttare il potenziale di queste affascinanti strutture e, tra fiordi e scogliere, sono almeno trenta i fari proposti dal sito www.visitnorway.com dove è possibile soggiornare. I fari trasformati in “hotel” si trovano lungo la costa: da Vardø fino a Oslofjord.

Fino a non molto tempo fa i fari erano abitati dai loro custodi, ma dal 1990 sono stati quasi tutti automatizzati, rendendo il personale superfluo e causandone quindi l’abbandono. Oggi molti dei 60 fari storici sono rinati grazie alla loro riconversione in alloggi per turisti in cerca di un’esperienza suggestiva e diversa, a contatto con la natura ed il mare.

Solitamente l’ambiente è ristrutturato e dotato di innumerevoli confort, come arredi di design. Un incontro tra antico e moderno, tra la lunga storia “marinara” della Norvegia ed il bisogno di evasione dell’uomo moderno. Insomma, un’imperdibile viaggio all’insegna della scoperta e del ritorno alle origini. Non bisogna, infatti, dimenticare che in Norvegia il senso storico è molto forte: dopotutto il mare e le navi sono state per secoli la linfa vitale della costa.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?