Pagine Bianche e il Faro di Punta Riso: per favore non sbagliate la didascalia

Articolo di Marcello Orlandini
Fonte: www.brindisireport.it

Per gli elenchi 2011 selezionati on line dai cittadini due scatti, entrambi della brindisina Laura Garofalo. Ma c’è il rischio di un errore di toponomastica

BRINDISI – E’ solo un errore di definizione, e alla fine non sappiamo ancora con che didascalia uscirà la foto di copertina delle Pagine Bianche 2011 di Brindisi e Provincia, che viene però presentata in un comunicato di Seat PG come “il faro di Punta Riso”, mentre invece si tratta del fanale a luce verde posto sulla testata della diga foranea, ripreso durante la partenza della XX edizione della Regata Internazionale Brindisi-Corfù 2010 dalla fotografa brindisina Laura Garofalo. Lei ha chiamato la foto “Il faro”, e tanto sarebbe bastato.

Infatti il vero Faro di Punta Riso è quello, ormai in rovina ma ancora diritto al suo posto, a fasce bianche e nere, che segnalava l’ingresso originario del porto, quando la diga ancora non c’era e la stessa punta non era stata trasformata in un piazzale per la fabbricazione dei tetrapodi in cemento poi utilizzati dalla società costruttrice dell’opera. Tanto per la storia, sia perchè il faro di Punta Riso è reperto classificato come opera di archeologia navale dai ricercatori del Cnr e dell’Università del Salento, sia perchè la selezione delle foto è avvenuta in un contesto particolare.

“Le fotografie che si sono aggiudicate le copertine di PagineGialle, PagineBianche e Tuttocittà 2011/2012 – fa sapere un comunicato della società degli elenchi telefonici – sono state infatti selezionate in ogni provincia attraverso l’iniziativa promossa da Seat PG nel 150esimo Anniversario dell’Unità d’Italia. Passione Italia – che è stato realizzato in collaborazione con il Comitato Italia 150 in partnership con la Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, Nital (distributore ufficiale per l’Italia dei prodotti Nikon) ed Epson – ha raccontato i luoghi, le persone e i mestieri che rendono il nostro Paese uno dei più affascinanti al mondo attraverso le oltre 28.000 foto di italiani, condivise sul sito www.passioneitalia.it e ammirate da circa 2 milioni di utenti”. Che poi hanno scelto, dichiara Seat.

Allora chissà se si fa in tempo a realizzare una didascalia più precisa, per non seppellire definitivamente la toponomastica del porto di Brindisi. Nessun problema invece per la foto scattata sempre da Laura Garofalo, che finirà sulla copertina della Pagine Gialle, dal titolo “Braccianti”: è lo scatto di una fase della vendemmia, e quella dalle nostre parti è ancora senza tempo.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?