L’osservatorio del faro di Punta Sardegna

Fonte: www.sandrodemuro.it


Università di Cagliari

Comune di Palau

Università di Trieste

Attività

L’Osservatorio Coste e Ambiente Naturale Sottomarino (OCEANS) può ospitare fino a sedici ricercatori ed è dotato di tre laboratori: Sedimentologia, Cartografia e GIS, Geologia Marina.
L’OCEANS si avvale delle più moderne tecnologie per lo studio delle coste e dei fondali marini utilizzando attrezzature scientifiche delle Università che lo hanno fondato.
E’ situato presso il faro di Punta Sardegna (Palau), nel cuore delle Bocche di Bonifacio, a circa 40 minuti dall’aeroporto di Olbia – Costa Smeralda.

La struttura, attualmente, oltre a fungere da base logistica per le attività didattiche e di ricerca del Coastal and Marine Geology Group (coordinate dal Prof. Sandro De Muro) è a disposizione delle Amministrazioni locali (Comuni, Provincia, Comunità montane ecc.), dei Parchi Nazionali e delle Aree Marine Protette per dare supporto nella gestione delle problematiche ambientali.

Dal 1995 viene svolta prevalentemente attività di ricerca sulla dinamica e sulla evoluzione dei litorali e della piattaforma continentale dell’area delle Bocche di Bonifacio. Inoltre vengono svolte attività regolari di monitoraggio dei sistemi di spiaggia delle aree comprese tra Punta di Li Francesi fino a Capo Ferro (Gallura) con particolare attenzione alle spiagge dell’Arcipelago di La Maddalena e di quelle ricadenti nel territorio del Comune di Palau.
L’Osservatorio intende anche valorizzare l’aspetto divulgativo dell’informazione scientifica e per questa ragione è disponibile a tutte le forme di cooperazione e interazione possibili con scuole, Enti, Associazioni di cittadini che sulle coste e sul mare hanno, oltre che competenza istituzionale, volontà a salvaguardale e valorizzarle.

Storia del faro

Il faro della Marina Militare Italiana di Punta Sardegna, contraddistinto col numero 1030 sull’elenco dei Fari e Fanali, fu attivato nel 1913 ed inizialmente dotato di alimentazione a gas. Nel 1932, con l’arrivo della corrente elettrica, fu migliorata l’efficienza della lanterna che ha oggi una portata di 11 miglia ed un periodo di cinque secondi: luce bianca di un secondo seguita da un eclissi di quattro secondi. La lanterna è situata a 35 metri sul livello del mare ed ospitata su uno dei terrazzi in cima alla costruzione realizzata con granito cavato e lavorato sul posto. Gli intonaci sono realizzati con malta mista a calce bianca. Il tutto è “ingabbiato” nella gabbia di Faraday, efficiente impianto antifulmine, che a distanza conferisce alla costruzione una certa eleganza. Il faro è stato presidiato da un fanalista fino al 1975, dopo di ché seguì la completa automazione. Nel 1995 la struttura viene data dalla Marina Militare Italiana in concessione perpetua e gratuita all’Università di Trieste, su richiesta del Prof. Sandro De Muro, che all’epoca prestava servizio presso l’Ateneo Triestino, al Direttore del Dipartimento di Scienze Geologiche, Ambientali e Marine, Prof. Antonio Brambati e al Rettore di allora Prof. Giacomo Borruso.

Piano terra – Laboratori

Primo piano – Alloggi

Il Faro completamente ristrutturato, con fondi messi a disposizione dal Ateneo Triestino e dalla Amministrazione comunale di Palau, che ne ha curato il progetto, grazie all’interessamento dell’ex sindaco Giacomo Brandano e dell’attuale Dott. Sebastiano Pirredda, è oggi gestito mediante una convenzione che regola i rapporti tra Comune, Università di Cagliari e Università di Trieste. Il piano terra del Faro ospita i laboratori di: sedimentologia, Cartografia e GIS, Geologia Marina, oltre alla sala riunioni/didattica; mentre il primo piano è stato destinato agli alloggi per studenti e ricercatori. Nel secondo piano-terrazza sono previste attività divulgative per l’avviamento di percorsi naturalistici costieri e terra-mare.

Come arrivare

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?