Tutto il demanio on line

Articolo di Laura Kiss
Fonte: www.repubblica.it (Suppl. Affari & Finanza)

Chi si interessa di proprietà del demanio può accedere attraverso il portale www.demaniore.com alla ‘vetrina’ immobiliare pubblica d’Italia. Se si vuole progettare di ristrutturare e utilizzare un edificio pubblico modificandone il suo uso, sul sito dell’Agenzia del demanio, che resta il proprietario dell’immobile, si possono trovare un’infinità di informazioni utili. A partire dall’elenco di edifici in disuso come caserme, scuole o fari, che il demanio può ora, grazie all’ultima finanziaria, dare in concessione per cinquant’anni. Una volta avuta la concessione, si può procedere appunto alla ristrutturazione. L’Agenzia del Demanio, nata in attuazione del decreto legislativo n. 300 del 1999 e trasformata in ente pubblico economico nel 2004, ha il compito istituzionale di amministrare i beni immobili dello Stato razionalizzandone e valorizzandone l’uso, anche attraverso la loro gestione economica. Tale missione si traduce nella volontà di rappresentare un punto di riferimento e un centro di eccellenza in ambito immobiliare pubblico, in grado di fornire soluzioni innovative ed efficaci in linea con le specifiche esigenze delle istituzioni centrali e locali e della collettività. L’Agenzia intende proporsi come una struttura professionale e dinamica, in grado di fornire soluzioni adeguate alle esigenze espresse dal proprio contesto di riferimento e di contribuire alla creazione di valore economico e sociale. Questo anche grazie all’adozione di sistemi e strumenti innovativi in grado di rendere realmente efficace ed efficiente la propria azione complessiva. Il valore del patrimonio del demanio è calcolato in 4 miliardi di euro e ci si immagina che quando questi edifici saranno riutilizzati per nuove attività il suo valore sarà triplicato. Il sito è in due lingue, italiano ed inglese (infatti c’è il doppio suffisso .it e .com) per fare in modo di attrarre anche il pubblico straniero. Sul portale c’è uno spazio riservato agli enti locali che possono presentare i progetti di valorizzazione del patrimonio, nonché le loro iniziative di governo del territorio. Nei suoi primi tre mesi di vita, il portale ha registrato oltre cinque milioni di accessi, quasi un milione di pagine scaricate, contatti da oltre sessanta Paesi e 3.500 pagine di attualità costantemente aggiornate. Il portale è suddiviso in 4 sezioni, che trattano di attualità del mercato immobiliare. Una sezione è dedicata al mondo immobiliare all’estero, un’altra alle informazioni amministrative da svolgere per i cambi di destinazione d’uso a cura dei comuni, ed infine la sezione “utilità”, dove si possono trovare leggi e norme sul mercato immobiliare in Italia. Un’altra importante novità è rappresentata dai progetti di valorizzazione che l’Agenzia sta elaborando per costruire una rete di edifici di una certa categoria, come ad esempio i fari costieri, creando in tal modo una potenzialità di sviluppo e destinazioni d’uso del tutto originali e innovative. Se, infatti, gli immobili non sono più considerati singolarmente, ma si riconosce la loro presenza a rete sul territorio, ciascuna categoria può costituire un cluster su cui operare unitariamente. In quest’ottica l’Agenzia ha sviluppato il progetto dei fari costieri, come esempio pilota di questa metodologia. Attraverso un percorso accurato di conoscenza e di aggregazione delle informazioni acquisite, si è definito un comparto di fari potenzialmente disponibili ad accogliere nuove funzioni, nel pieno rispetto delle caratteristiche architettoniche e ambientali del contesto in cui sono inseriti. Valorizzando queste strutture, esse potranno diventare centri di ricerca e gestione dei parchi marini, relais e punti di servizi ricreativi al turismo.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?