Vendesi antico faro delle Vaccarecce – Isola del Giglio, Grosseto

Fonte: www.ebay.it

E’ possibile acquistare un sogno? Ebbene si…

Ubicazione
Immerso in splendida pineta e in posizione panoramica tra Giglio Porto, Giglio Castello e Giglio Campese a un’ora di navigazione dall’Argentario (Porto di S. Stefano).

Descrizione
Antico faro delle Vaccarecce costruito intorno al 1850 all’interno della propria resede esclusiva di circa 3.000 mq di pineta, oggi completamente restaurato, come da progetti del Dott. Arch. Bruno Morelli, costituito da tre piani fuori terra delle dimensioni di circa 260 mq. catastali a piano.
Piano terra e primo piano destinati a civile abitazione, piano sottotetto con altezza media di 2,70 mt. destinato a locali deposito e un locale cantina costruito interamente a volta in mattoncini originali nel piano interrato (ex deposito delle acque piovane provenienti dal tetto ed anticamente incanalate all’interno dei muri perimetrali sino al raggiungimento del deposito).
L’intera struttura è stata realizzata a doppio muro in pietra con camera d’aria riempita a sabbia e il tutto intonacato come da direttive delle Belle arti per il patrimonio storico-artistico.
Nella parte posteriore dell’edificio si erge la torre a base Oottagonale per un’altezza di 24 mt. completa di corrente elettrica e interamente finestrata. Al suo interno è stata realizzata una scala elicoidale in acciaio con le alzate degli scalini rivestiti in legno di misura variabile perché direttamente ancorati ai gradini originali in granito tramite distanziatori in Ottone (scalini ancora da rivestire).
All’altezza di 21 mt. è ubicato il locale faro, oggi adibito a torre d’avvistamento, con 2 accessi al camminamento esterno lungo tutto il rosone perimetrale in granito del luogo scalpellinato a mano, che permette di scorgere, con vista a 360°, i 3 punti nevralgici dell’isola del Giglio (Giglio Porto – Giglio Castello – Giglio Campese) donandogli così il dominio su tutto il comprensorio dell’isola, Argentario (Costa d’argento), isola delle Formiche e l’isola di Montecristo.
Il complesso è costituito da 27 vani ottimamente rifiniti, distribuiti tra il pian terreno e il primo piano più quello mansardato e tutti serviti da ascensore a movimento idraulico.
Il pian terreno si presenta con un ingresso principale che guarda l’entrata alla cantina e l’inizio della scala elicoidale della torre d’avvistamento.
Subito all’interno dell’atrio si scorgono 6 sale, di cui due allestite con canna fumaria per caminetti, più una stanza cucina, bagno con antibagno e ripostiglio.
Particolare interesse va alle volte di tutto il pian terreno e le pavimentazioni di tutti e 3 i livelli. Le prime completamente restaurate con meticolosa precisione, le seconde realizzate interamente con mattonelle in cotto fatte a mano, aggiudicando all’intero immobile una particolare eleganza artistico-storico.
Il bagno del pian terreno è totalmenterivestito con particolarissimi marmi, tutto il pavimento è stato realizzato in marmo verde umbria, mentre il rivestimento laterale è in marmo bianco di Carrara a venature grigie completo di fascia decorativa ad intarsi di marmo verde umbria, lasciando intravedere l’enorme bellezza dei primi servizi in attesa di scoprire l’eleganza degli altri al piano superiore.
L’ingresso al secondo piano, accessibile con ascensore o attraverso la scala della torre, si apre su una sala centrale, da cui si intravede parte del verde tappeto dato dalle chiome della pineta circostante. Da entrambi i lati della sala insistono due corridoi, caratterizzati da due piccoli archi realizzati in mattoncini, oggi intonacati come da direttive della Sovrintendenza ai Beni culturali, che guardano l’ingresso alle stanze limitrofe.
Tutte le porte del piano interessato sono in massello di castagno con maniglie in copia esatta a quelle originali usate all’epoca della prima costruzione, mentre gli infissi esterni tutti in rovere e il tutto corredato di impianto di climatizzazione in pompe di calore caldo/freddo.
Il secondo piano è costituito da un atrio centrale, 6 camere e 4 bagni, di cui uno con antibagno (in planimetria presente come spogliatoio).
Tutti i bagni del piano interessato sono stati realizzati con pregiatissimi materiali di marmo e allestiti con rubinetterie Ideal standard e Zazzeri cromo, attribuendo originalità ed eccellente prestigio ad ogni servizio (due dei quali sono rifiniti da greche ad intarsi di marmo verde e Beige, unici nel loro genere).
Bagno in marmo rosso Asiago con greche ad intarsi Beige e medesima decorazione nel pavimento che da vita ad un tappeto rettangolare, doppi lavabo, doccia e vasca idromassaggio (padronale).
Bagno in marmo beige con greche ad intarsi verde Umbria, doppi lavabo e doccia idromassaggio.
Bagno in marmo rosa Portogallo con doppi lavabo e doccia.
Bagno in marmo bianco di Carrara a venature grigie con doccia.
Il piano mansardato e ultimo piano è composto al suo ingresso da un atrio centrale dotato di un grande lucernario ad apertura a pistoncini elettrici, che permette di ammirare dal basso la torre in tutto il suo enorme splendore. Il soffitto a travi in legno sovrasta gli ultimi 8 locali; 2 dei quali adibiti a locale motore ascensore e locale motori per impianto di climatizzazione.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?