Il faro alla fine del mondo

Autore: Stephen Marlowe
Dati: 350 p. (trad. Ferrari P.)
Anno: 1998
Editore: Tropea
Collana: Le gaggie

E’ l’anno 1849. Edgar Allan Poe, autore già amato dal pubblico, ma con una pessima fama a causa del suo stile di vita scandaloso, svanisce nel nulla per quasi una settimana. Ricompare in un’ospedale di Baltimora, dove è ricoverato per una malattia mortale. Dove è stato e cosa ha fatto in quell’oscuro lasso di tempo? Per trovare una risposta a questa domanda l’autore del Faro alla fine del mondo cede la parola al celebre scrittore. Che ci racconta la sua terribile gioventù negli Stati Uniti del XX secolo, l’ossessione amorosa per la cugina tredicenne che diventerà la sua sposa bambina, I suoi trionfi pubblici e i suoi démoni personali. Mentre Poe cerca di ricostruire la propria versione di quel romanzo ricco di drammi, avventura e mistero che è stata la sua esistenza, in Europa un suo alter ego, un Poe fantasma vive e ama in una Parigi notturna, vista attraverso gli occhiali verdi dell’inverstigatore C. Auguste Dupin, il più celebre personaggio dello scrittore, che prende vita propria. Abbandonata la capitale francese che fa da scenario alle sue inchieste, Dupin si trasferisce in America per indagare gli abissi interiori del genio letterario più tormentato e inquieto dell’Ottocento. Con la gelida logica investigativa di cui l’ha dotato il suo creatore, riuscirà a scoprire quelle pericolose verità che accecano chi osa svelarle.
L’incredibile abilità narrativa di Stephen Marlow intreccia realismo storico e atmosfere surreali in un romanzo di grande fascino che avvince, commuove e illumina.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?