Le lanterne dei fari italiani

Testo di Samantha Paglioli
Fonte: www.caraba-edizioni.it

La lente utilizzata in tutti fari italiani è stata realizzata per la prima volta nel 1822 dal fisico Augustin Fresnel (1788-1827), da cui ha preso il nome.

La lente assomiglia ad un gigantesco alveare, con una fonte di luce circondata da prismi di vetro che concentrano i raggi di luce al centro formando un unico raggio visibile dall’esterno.

Le lanterne italiane sono divise in quattro categorie; L1, L2, L3 e L4. Le L1 sono lanterne fisse con lampeggiatori, le L2 e L3 possono essere sia fisse che rotanti, mentre le L4 sono tutte rotanti.

In Italia ci sono solo due L4, ovvero la lanterna di Genova e il faro della Vittoria di Trieste.