Le lanterne dei fari italiani

Testo di Samantha Paglioli
Fonte: www.caraba-edizioni.it

La lente utilizzata in tutti fari italiani è stata realizzata per la prima volta nel 1822 dal fisico Augustin Fresnel (1788-1827), da cui ha preso il nome.

La lente assomiglia ad un gigantesco alveare, con una fonte di luce circondata da prismi di vetro che concentrano i raggi di luce al centro formando un unico raggio visibile dall’esterno.

Le lanterne italiane sono divise in quattro categorie; L1, L2, L3 e L4. Le L1 sono lanterne fisse con lampeggiatori, le L2 e L3 possono essere sia fisse che rotanti, mentre le L4 sono tutte rotanti.

In Italia ci sono solo due L4, ovvero la lanterna di Genova e il faro della Vittoria di Trieste.

 

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?