Dallo zio di Colombo a oggi, i ‘torrexani’

Articolo tratto da: www.ansa.it

La leggenda racconta che attorno al 1449 tra di loro vi fu anche Andrea Colombo, zio paterno del leggendario Cristoforo: sono i custodi della Lanterna, in dialetto i ‘torrexani’, un tempo impegnati con secchi e spugne nel mantenimento della pulizia dei vetri e oggi tecnici pronti ad entrare in azione in caso di guasti improvviso.

Dello zio di Colombo si hanno solo frammentarie informazioni, a tal punto da dubitare sulla veridicità della notizia, mentre certamente si sa che in passato i custodi dovevano porre una cura particolare nella manutenzione e nella pulizia di questi cristalli e per compiere bene il loro lavoro ricevevano bacinelle, spugne di mare e panni. E’ altresì certo che nel 1405 i guardiani del faro erano sacerdoti, e che per questo sulla sua sommità vennero innalzati un pesce ed una croce, simboli cristiani; nel 1481 un fulmine colpi la torre tramortendo uno dei guardiani.

Oggi il faro e’ curato da Angelo De Caro. Come gli antichi ‘turrexani’ Angelo sale ogni giorno fino alla cupola usando un piccolo montacarichi che vi e’ stato installato alcuni anni fa e si prende cura delle lenti di Fresnel, tenendole lucide e brillanti, così come della lampadina da 1000 Watt. Angelo De Caro e’ rimasto solo sulla Lanterna, ormai automatizzata, ed il suo compito principale e’ solo quello di controllare che tutto funzioni a dovere.

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?