“Ecco perchè voglio fare il guardiano”

Fonte: www.ilrestodelcarlino.it

«Non so – scrive Luca – se voi ricevete molte richieste di questo tipo o se invece vi sembrerà assurda, ma era molto tempo che desideravo rivolgermi a voi, perchè i sogni non si avverano mai se li si tiene soltanto nel cassetto, e così ora so di aver almeno provato»

Roma, 30 luglio 2002 – La e-mail di Luca è una delle tantissime arrivate, negli ultimi tempi, allo Stato maggiore della Marina: anche lui vuole fare il farista. E le sue motivazioni sono quelle di tanti altri. «Non so – scrive Luca – se voi ricevete molte richieste di questo tipo o se invece vi sembrerà assurda, ma era molto tempo che desideravo rivolgermi a voi, perchè i sogni non si avverano mai se li si tiene soltanto nel cassetto, e così ora so di aver almeno provato».

«Sono sempre stato assolutamente incantato dalla Natura, per la quale provo un amore assoluto, tanto da considerarla per me una vera e propria religione», prosegue l’aspirante guardiano del faro. «Abito in provincia di Bergamo, sono un 39enne programmatore ed insegnante di pianoforte: sono contento di tutte le mie attività, il lavoro non mi è mai mancato e sono fondamentalmente una persona serena. Ma nonostante la mia capacità di non perdere mai la ‘rottà… c’è un profondo desiderio che coltivo da tanti anni ormai, che non sono ovviamente mai riuscito a realizzare e per il quale sarei disposto a rinunciare a tutto quello che ho costruito finora. Vi chiedo perciò di volermi tenere in seria considerazione qualora aveste la necessità di un farista».

«Non potete immaginare – scrive Luca – cosa rappresenterebbe per me poter vivere in un faro, occuparmi di questa affascinante sentinella dell’infinito, lontano da una società sempre più arida ed inutile, ed immerso invece nell’armonia assoluta della Natura. Non avrebbe importanza la dislocazione, anzi se fosse un’isola sperduta e disabitata in mezzo al mare sarebbe anche meglio. Tutto ciò sarebbe la più logica conseguenza della mia filosofia di vita, e la sua più alta realizzazione. Vi chiedo scusa per la licenza che mi sono preso – conclude l’e-mail – vi ringrazio sentitamente e spero con tutto il cuore di ricevere un giorno vostre notizie».

0
Connessione
Attendere...
Messaggio

Il guardiano non è online al momento: lascia un messaggio.

* Nome
* Messaggio
Login now

Need more help? Save time by starting your support request online.

Your name
Describe your issue
Chat online
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?